Isola dei Famosi

Torna su
Giro di boa

Giro di boa

I naufraghi patiscono la stanchezza fin qui accumulata e non intravedono la fine.

I naufraghi giungono alle cascate de Los Chorros, pronti per affrontare la prova settimanale del Mejor/Peor.
La prova si svolge in due manche: nella prima l’obiettivo è recuperare uno dei cocchi colorati che cadono dalla cascata e indirizzarlo in una delle tre ceste galleggianti – il più lento è in automatico il Peor della settimana seguente - mentre nella seconda ad ognuno viene assegnato un colore, di cui dovrà prendere il cocco corrispondente, e farvi canestro in tutti e tre le ceste. I primi due a realizzare tutti i canestri saranno gli sfidanti del duello per il Mejor.
Amaurys Pérez e Marco Ferri conducono il gioco e si batteranno per il titolo di Mejor, mentre Francesca Cipriani, che dichiara di non sentirsi bene, non fa alcun canestro ed è quindi Peor in automatico: sfuma per lei l’opportunità di affrancarsi dalla schiavitù del peggiore.

Al rientro in spiaggia, i naufraghi vengono accolti dal comunicato che enuncia il terzo compito settimanale di Francesca, ossia trovare almeno venti lumache di mare.
Rosa Perrotta è scettica sulla buona riuscita della missione: “Già me la immagino, a doversi arrampicare su e giù dagli scogli… ci sarà da divertirsi. Non è proprio una missione per Francesca”.

E proprio a lei, Rosa, tocca la preparazione del riso. Alessia Mancini, prima ancora che venga suddiviso il cibo da cucinare, consiglia a Rosa di riempire le ciotole belle rase, osservazione ridondante, tipica delle sue, che manda su tutte le furie la giovane campana: “La sua precisazione è sterile e fuori luogo… niente, lei proprio non ce la fa a stare zitta”.
Marco, a sua volta, è infastidito dall’atteggiamento da maestrina di Alessia, che sta sempre a guardare l’errore altrui: “A me basta che non si fanno polemiche su cose inutili, come le porzioni… mi fanno andare giù di morale”.
“Il momento più brutto è quando si porziona il riso”, prosegue con tono fermo Marco, mentre Jonathan gli accarezza dolcemente la schiena.
Marco incalza: “Il momento della divisione del cibo è sempre un momento di alta tensione, che si taglia con un coltello. E non è piacevole l’atteggiamento di voracità quando si divide il cibo per tutti”.

I naufraghi pranzano; Alessia non sembra gradire la cucina di Rosa, che definisce insipida. Terminato il pranzo, la Mancini si avventura nel bosco per uscirne di lì a poco, trionfante, con un machete, che certamente sarà utile ai naufraghi. Quantomeno per tagliare la tensione.
In una conversazione surreale, Alessia brandisce il machete mentre Simone Barbato è armato di coltello. Per fortuna, le intenzioni non sono bellicose, sembrerebbe più una lotta a chi ha l’arma migliore. In un moto di zelo, la Mancini affila l’acciaio del machete e lo lucida a regola d’arte con dei sassi.

Il pranzo è terminato, è quindi tempo di escursione per Francesca che deve dedicarsi al suo compito, che ad oggi consta della ricerca di lumache. Contrariamente a ogni aspettativa, soprattutto di Rosa, la Cipriani non si tira indietro e anzi si arrampica, scavalca ostacoli, sale e scende dagli scogli… supera anche la fobia di essere morsa da una lumaca di mare, tutto pur di recuperare il bottino. Mostrando una tempra spesso nascosta.
Forse, come dice Rosa, quando si tratta di cibo “Francesca caccia tutta la forza”.
Forza che speriamo mantenga saldi i naufraghi, ormai prossimi all’ottava diretta.